BLOG 24Care - 24Care

24 Care Srl - PI & CF 10185010963
Vai ai contenuti

Le nuove tecnologie

24Care
Pubblicato da in CURIOSITA' · 13 Agosto 2019
Nelle ultime settimane, Paul Lee, analista senior del colosso dei servizi professionali Deloitte, ha offerto una prognosi straordinariamente ottimistica per il futuro dei media britannici.

La sua visione brilla con il potenziale di nuove innovazioni. Dallo spiegamento del grafene "materiale meraviglioso" ad altissima forza, ai computer cognitivi che possono impegnarsi in conversazioni di testo, e alla crescita del "touch commerce" basato su impronte digitali; i segni sono che la trasformazione tecnologica della società è solo all'inizio.

Negli ultimi 15 anni, dice Lee, "è stata un'era d'oro per l'innovazione". Nel 2002, ricorda, vivevamo in case con "accesso remoto a Internet [e] televisori squadrati", facendo ancora affidamento su manufatti come "cataloghi commerciali e telefoni a linea fissa". Senza dubbio alcuni lettori indipendenti valutano ancora tali oggetti, ma non molti.

Maggiori informazioni Le vendite delle riviste indie stanno dimostrando che la stampa non è morta
Avendo seguito questa rivoluzione dei media e della tecnologia per questo documento per quei 15 anni, devo essere d'accordo con Lee.

Tale ottimismo potrebbe sembrare fuori luogo quando i media stanno subendo così tanto dolore. La scorsa settimana The Guardian ha annunciato 250 perdite di posti di lavoro, di cui 100 dalla sua redazione, proprio mentre l'edizione finale di The Independent on Sunday era in fase di elaborazione e il documento stava preparando la transizione verso un futuro esclusivamente digitale.

Un'ombra scura incombe ancora sulla BBC, dove c'è una preoccupante prospettiva di nominati sponsorizzati dal governo seduti sul tabellone. Le minacce alla futura indipendenza di Channel 4 devono essere prese sul serio e contrastate.


Ma dovremmo anche considerare il quadro più ampio. La crescita della connettività dal 2002 ci ha dato accesso inimmaginabile a notizie, informazioni, intrattenimento e reciproco. È stato anche positivo per l'economia del Regno Unito e ha contribuito a posizionare Londra come hub globale per le industrie creative.

Chi tornerebbe ai giorni in cui potresti andare al Blockbuster locale, esaminare gli scaffali, portare a casa la videocassetta scelta e vedere il film nella sua interezza, il tutto in meno tempo di quanto ci sarebbe voluto per scaricarlo?

Giù a Guildford, mentre leggi questo pezzo, un team dell'Università del Surrey guidato dal professor Rahim Tafazolli sta lavorando all'introduzione della tecnologia che consentirà di scaricare i film in cinque secondi. Questo 5G Innovation Center è il primo ente finanziato dallo stato al mondo che inaugura la quinta generazione di tecnologia wireless e, con essa, una "Internet of Things" che collegherà frigoriferi, TV e automobili ai nostri smartphone. Ciò dovrebbe accadere nel 2018 o subito dopo. Porterà con sé le connessioni Internet gigabit al secondo che potrebbero così migliorare l'esperienza televisiva che le trasmissioni satellitari, via cavo e terrestri diventeranno un ricordo del passato.

Più immediatamente, il 2016 sarà l'anno in cui le tanto acclamate cuffie da realtà virtuale finalmente prenderanno piede. Alcuni esperti - tra cui Lee - credono che la realtà virtuale diventerà un business da miliardi di dollari quest'anno, anche se il cliente in questi primi giorni è probabilmente un videogame principale, piuttosto che il pubblico televisivo di punta.

La TV commerciale è in una posizione di forza. Può trarre vantaggio dal cambiamento delle tecnologie ma rimane notevolmente resistente nella sua offerta più tradizionale. La ricerca di Nielsen della scorsa settimana ha scoperto che il 69% delle case britanniche ora paga per la televisione, con i gruppi più numerosi abbonati satellitari (37% degli intervistati) e via cavo (24%). È interessante notare che, sebbene il 20% delle famiglie utilizzi i servizi di video on demand (VOD) come Netflix e Amazon Prime pagati, il Regno Unito rimane significativamente al di sotto del dato globale di Nielsen del 26%.

C'è stato un tempo, non molto tempo fa, in cui la TV costava solo il canone annuale. Ora la pay TV è un mensile in uscita accettato. Qui c'è la sfida per il business delle notizie, in cui un prodotto una volta pagato viene spesso regalato gratuitamente.

La TV britannica beneficia anche dell'associazione con la Premier League, che gira soldi, che inizierà il suo nuovo accordo di trasmissione la prossima stagione. I club di alto livello stanno diventando così redditizi da attrarre investitori, sponsor e giocatori ancora più grandi. L'amministratore delegato della Virgin Tom Mockridge ha suggerito alla conferenza Media & Telecoms 2016 & Beyond di Londra di questo mese che a tutti e 20 i club dovrebbe essere concesso il diritto di trasmettere i propri giochi.

Il mercato televisivo americano è il più grande di tutti. E sta reggendo abbastanza bene. In una cultura in cui la televisione a pagamento ha radici più profonde, l'87% della popolazione adulta la guarda. È leggermente diminuito rispetto al 2010 - che è stato un momento difficile dal punto di vista economico, e più persone sono rimaste a casa a guardare la TV - ma il numero di abbonati pagati è ora circa un terzo in più rispetto al 1997. Come commenta Lee in un'altra valutazione positiva: “TV tradizionale non muore, scompare o è irrilevante. "

La frase carica di sventura dei media moderni sta bloccando la pubblicità. Questo pericolo potrebbe essere sopravvalutato. Quando è apparso per la prima volta il blocco degli annunci, consentendo agli utenti di Internet di eliminare i messaggi commerciali dai siti visitati, il software ha dominato la classifica dell'App Store di Apple. Ma solo brevemente.

Nonostante diversi sondaggi dimostrino che il pubblico afferma di accettare il "blocco degli annunci", i ricercatori di Deloitte sono scettici sul modo in cui quel termine viene definito. Molti potrebbero essere pronti a chiudere gli annunci online che compaiono sui loro schermi - ma pochissimi (Deloitte afferma che lo 0,3 per cento degli utenti di dispositivi mobili entro la fine del 2016) arriva fino a scaricare il software. Inoltre, le app, al centro di tanta attività mobile, rimangono prive di blocco degli annunci.

Altre notizie positive per i media del Regno Unito: l'agenzia Zenith Optimedia prevede oggi una crescita del 9,2 per cento della spesa pubblicitaria nel Regno Unito nel 2016, l'anno più forte dal 2004. La pubblicità mobile è destinata a salire di uno straordinario 57 per cento.

L'aumento dei pagamenti touch-based sui cellulari fornirà un enorme impulso al commercio elettronico. Immagina di non dover inserire i tuoi dati personali mentre espandi lo schermo del telefono mentre salti sull'autobus? Ma la crescita della tecnologia cognitiva significherà anche più persone che abbaiano gli ordini ai loro telefoni in pubblico, una cacofonia che molti di noi temeranno. L'ascesa inarrestabile degli smartphone non significa la fine imminente del laptop; anche i millennial usano ancora i PC in gran numero, spesso come il loro posto preferito per guardare programmi TV.

Ma sotto un aspetto siamo ancora nei secoli bui. Attraverso i media, ma soprattutto nella tecnologia, le donne rimangono emarginate.

La scorsa settimana ho parlato con Gerard Grech, capo di Tech City, la rete di aziende tecnologiche britanniche sostenuta dal governo. Grech era al festival dei media di SouthWest nel sud del Texas, dove la misoginia nel settore della tecnologia era un grosso problema. Ha ammesso che dovevamo fare di più per incoraggiare le donne imprenditrici tecnologiche. Solo il 18% dei posti di lavoro IT nel Regno Unito è occupato da donne, rispetto al 24% negli Stati Uniti.

A parte questo punto nero, il settore dei media britannico, con il suo pool di abilità senza rivali, le lunghe tradizioni culturali creative e i vantaggi della geografia e della lingua, sembra ben impostato. Come dice Paul Lee, il 2016 "promette di essere un altro anno entusiasmante".

L'opportunità di Fuller di trasmetterlo come Beckham

Molto viene sfruttato il potenziale dei piani di Simon Fuller di utilizzare la tecnologia della realtà virtuale per creare pop star con ologrammi.

Il creatore di American Idol la scorsa settimana è diventato il maggiore azionista di Pulse Evolution, che ha creato una somiglianza digitale di Tupac Shakur per un'apparizione al festival musicale di Coachella nel 2012 e ha rianimato Michael Jackson per i premi di Billboard.

Si dice che Fuller e la sua compagnia XIX Entertainment potrebbero offrire la possibilità di invitare un round digitale Taylor Swift per esibirsi nei suoi successi nelle sale frontali. Ma un nome che non è stato menzionato è il protetto imprenditoriale di Fuller, David Beckham.

Becks è stato disposto a teletrasportare la sua immagine con mezzi digitali attraverso il suo investimento in MyEye, l'app sfidante britannica del Periscope di Twitter. È già apparso come un ologramma, raggiante al lancio dell'Adidas della sua sponsorizzazione delle Olimpiadi del 2012.

Ha guadagnato 48 milioni di sterline l'anno scorso ed è destinato a eclissare Michael Jordan come lo sportivo in pensione con i guadagni più alti del mondo. Quanto più può coniare se esiste in forma digitale in tutti i mercati?

La lotta di McIlvanney continua dopo il pensionamento

Lo stimato scrittore sportivo Hugh McIlvanney era al suo meglio nel coprire la boxe, ma non ha mai coperto un assestamento come quello che lui stesso ha appena sofferto nel New Statesman . In quello che è stato definito un "apprezzamento" della carriera recentemente conclusa dell'ex 82enne ex osservatore e scriba del Sunday Times , il suo ex "sparring partner" giornalistico Michael Henderson ha tirato fuori i metaforici guantoni da boxe per rivelare una serie di brillanti tirapugni.

Dopo aver brevemente riconosciuto il merito dei primi lavori dello scozzese fumatore di sigari, Henderson lo ha denunciato per essere diventato un windbag melodrammatico. “Le frasi che una volta hanno cantato sono diventate così labirintiche nella complessità che il lettore si è perso nel labirinto. Lontano dal pugilato, che è sempre stato il suo abito forte, McIlvanney sembrava adorare ai piedi di Edward Bulwer-Lytton, il flatulento vittoriano che ci ha regalato "una notte buia e tempestosa". "

Henderson concluse con una riluttante ammissione che McIlvanney era "benedetto con un dono raro", ma non prima di dare il pugno di coniglio dicendo di essere un "bullo, sfacciato e noioso". Questo era peggio del parlare di immondizia a un peso. Hughie può essere bellicoso come alcuni dei suoi soggetti dal ring. Come molti vecchi professionisti del gioco di combattimento, forse potrebbe essere spostato per uscire dalla pensione.


Torna ai contenuti